Go to Top

Arir Partecipa Al Gard (Global Alliance against chronic Respiratory Disease) Italia

L’11 giugno 2009 è stata costituita ufficialmente a Roma la GARD-Italy (Global Alliance Against Chronic Respiratory Disease). L’Alleanza fa parte delle attività pianificate dall’OMS per la prevenzione ed il

controllo delle malattie respiratorie croniche allo scopo di stimare l’impatto di tali patologie sulla popolazione, identificare e sorvegliare i fattori di rischio, monitorare l’impatto di tali patologie, i costi, la qualità e l’accesso alle cure.

GARD-Italy è costituita dall’alleanza di tre soggetti: il Ministero della salute, le Associazioni dei pazienti e le Società scientifiche tra le quali figura anche l’ARIR, in rappresentanza dei fisioterapisti respiratori.

Gli obiettivi e le linee di lavoro ufficiali di GARD-Italy riportate dal Documento di Strategia sono le seguenti:
“Sulla base di quanto stabilito dalla GARD Internazionale l’obiettivo generale di salute che la GARD-Paese deve perseguire è quello di ridurre l’incidenza, morbosità e mortalità delle malattie respiratorie nel lungo periodo attraverso un approccio integrato.

L’avvento GARD, per coloro che si occupano di fisioterapia respiratoria, offre la possibilità di fare due considerazioni: una riguarda la fisioterapia respiratoria e il suo sviluppo e l’altra la figura del fisioterapista respiratorio e la sua evoluzione.

La prima considerazione riguarda la volontà , espressa dagli obiettivi e dalle linee di lavoro del documento di strategia, di promuovere il miglioramento e l’implementazione della riabilitazione respiratoria: la fisioterapia respiratoria, che ne è parte significativa con documentate prove di efficacia, potrà ricevere un impulso determinante sia per lo sviluppo sia per la sua diffusione, superando le resistenze che oggi sono ancora presenti in molte realtà operative italiane.

La seconda considerazione si riferisce all’operatore sanitario che applica concretamente la fisioterapia respiratoria, ossia a colui che ha le competenze necessarie e sufficienti per la valutazione del paziente e per la scelta dei provvedimenti fisioterapici più idonei (best practice) in rapporto alle condizioni che il paziente presenta in quel momento, ossia al fisioterapista respiratorio. Inevitabilmente questo argomento chiama in campo l’opera dell’ARIR che da vent’anni è impegnata sul fronte della formazione e promozione della best practice.

L’evento GARD-Italia è storico per la figura del fisioterapista respiratorio perché essere chiamati al tavolo della discussione ed inclusi tra le figure sanitarie costituenti ci ha conferito un ruolo da protagonisti in questo progetto. Spetta a noi fisioterapisti e all’ARIR sapersi avvalere di questa opportunità.

Lascia un commento

"Questo sito utilizza cookie per garantire la migliore esperienza d'utilizzo possibile. Per saperne di più o scegliere se fornire il consenso a tutti o solo ad alcuni cookie, si invita a consultare la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner o continuando a navigare su questa o sulle altre pagine del sito si autorizza l'uso dei cookie da parte di ARIR associazione e dei servizi presenti su questo sito." Leggi la policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi